domenica 11 dicembre 2016

Alberelli di Natale di Meringa

Forno acceso, musica dal sapore natalizio invadono casa in questo dicembre. Tepore dentro, nebbiolina e freddo fuori. La giornata ideale per produrre qualcosa di buono.
E oggi ho creato queste meringhe  (golose..molto golose..io ne vado matta) vestite a festa per imitare alberelli di natale addobbati di tutto punto. 
Sono simpatici da regalare come piccoli pensieri, confezionati in dei sacchetti trasparenti o, se realizzati in un formato più grande, possono essere usati come segnaposto natalizio.

Si possono realizzare bianchi o verdi, con l'aggiunta del colorante verde oppure mescolando quello giallo a quello blu. Ed è possibile crearli con un sac à poche dotato di bocchetta a stella o tonda. L'effetto sarà comunque gradevole.

www.qb-quantobasta.blogspot.it - Alberelli di Natale di Meringa

Le meringhe (definite francesi) sono realizzate con davvero pochi ingredienti, due di base - lo zucchero e l'albume - e pochi altri per stabilizzare il composto - il cremor tartaro -  e per lucidare - le gocce di limone.

www.qb-quantobasta.blogspot.it - Alberelli di Natale di Meringa

Prima di passare alla ricetta vi lascio, qualche piccolo accorgimento da seguire per realizzar al meglio le meringhe:

1. L'albume: non ci deve essere alcuna traccia di tuorlo, la sua massa grassa impedirebbe all'albume di montare. In alternativa è possibile utilizzare quello pastorizzato già separato dal tuorlo. Se scegliete di utilizzare l'uovo, quest'ultimo deve essere fresco e sarà più facile sparare tuorlo e albume se freddo da frigorifero.
2. Gli albumi vanno montati a temperatura ambiente.
3. Per dar maggior stabilità al composto occorre aggiungere una parte acida che può essere o il cremor tartaro o qualche goccia di succo di limone. Quest'ultimo toglierà un po di sapore dell'albume e conferirà un colore bianco e lucido.
4. Il peso degli albumi dovrà essere lo stesso dello zucchero a velo e dello zucchero semolato. Per cui se i vostri albumi pesano 80g, il peso dello zucchero semolato sarà 80g e 80g anche quello dello zucchero a velo.
5. La temperatura ideale è di circa 85/90°, forno ventilato - Andranno cotte per circa 3 ore. Tempo prolungato e basse temperature permetteranno alla meringa di asciugarsi ed essere croccante. 
6. Si possono aromatizzare con i semi della bacca di vaniglia o con della vanillina (io preferisco la prima soluzione).

www.qb-quantobasta.blogspot.it - Alberelli di Natale di Meringa


Ma passiamo alla ricetta

Tempo di preparazione: 30 minuti.
Tempo di cottura: 3 ore

Per circa 30 alberelli

INGREDIENTI

100 g Albume
100 g Zucchero a velo
100 g  Zucchero semolato
1 pizzico di cremor tartaro
Qualche goccia di succo di limone
Qb colorante verde (Facoltativo)
Qb codette o palline colorate

PROCEDIMENTO
1. Con una planetaria o con la frusta elettrica, montare gli albumi, lo zucchero, qualche goccia di limone e il pizzico di cremor tartaro per una decina di minuti. 
2. Aggiungere poco alla volta lo zucchero rimanente e il colorante.
3. Montare per altri 10 minuti a velocità sostenuta
4. Trasferire il composto in un sac à poche con bocchetta liscia o a stella e formar, su una teglia ricoperta da carta forno, prima un cerchio, staccare la bocchetta e formare un cerchio più piccolo e infine staccare nuovamente e formare la punta. Non è necessario farli troppo distanziati in quanto non aumenteranno di volume in modo significativo, una distanza di circa 0,5 mm è sufficiente.
5. Decorare gli alberi e infornare a forno caldo a 90° per circa 3 ore. Spegnere il forno e lasciar raffreddare.
6. Conservare in una scatola di latta.

www.qb-quantobasta.blogspot.it - Alberelli di Natale di Meringa

Buona settimana!!
Barbara

martedì 22 novembre 2016

Comfort Soup: crema di topinambur e patate - Ricetta light

Ho sempre amato l'autunno con i suoi colori caldi, con le foglie croccanti, con il suo bisogno di un maglione di lana per scaldare l'aria un po frizzantina che ti accarezza, con i week end di pioggia che ti fanno rallentare i soliti ritmi e ti fanno apprezzare una giornata intera di lentezza, con coperta, un buon tea fumante, ottima compagnia e film e libri come se non ci fosse un domani.
L'autunno è quel profumo di spezie e di mandarini che ti preannuncia il Natale ancora un po apparentemente lontano, è vedere camini accesi con legna scoppiettante ed è portare in tavola zuppe, minestre e creme calde che scaldano e ti fanno sentire bene.
Loro sono il mio comfort food sempre, ma in autunno di più. Sono veloci da preparare, richiedono poco, pochissimo sforzo per realizzarle, un colpo di minipimer et voilà in tutto il loro calore e gusto!

Comfort soup: crema di topinambur e patate - QuantoBastaBlog by BarbaraG

Quella di oggi è a base di patate e topinambur, un ingrediente che ho scoperto di recente ma che mi ha già conquistato con il suo sapore delicato che ricorda quello del carciofo, ma meno pungente e meno presente. 
Il topinambur è un tubero che si raccoglie in autunno e inverno, dal colore violaceo e a volte un po' bitorzoluto. Ha tantissime proprietà benefiche per il nostro organismo: è un grande amico dell'intestino e del fegato e supporter delle diete, contiene vitamina A e B e aiuta a combattere lo stress. Ha poche calorie, pensate che in 100g sono contenute solo 73 Kcal ed è senza glutine.
Motivi in più per utilizzarlo nelle nostre preparazioni. Io sto sperimentando, presto altre ricette!!


Comfort soup: crema di topinambur e patate - QuantoBastaBlog by BarbaraG

Ma veniamo a noi ed ecco la ricetta: un piatto semplice, gustoso e leggero che si prepara in poco tempo.

Per 2 persone
Tempo di preparazione: 10 minuti
Tempo di cottura: 40 minuti

INGREDIENTI:
280 g Topinambur
1 patata di medie dimensioni
350 ml (circa) Brodo Vegetale (oppure Acqua) 
40 g orzo perlato 
1 limone
Qb timo
Qb sale o mezzo dado vegetale
Qb pepe
Q.b. Olio EVO


PREPARAZIONE
1. Pelare e tagliare a tocchetti la patata e i topinambur.
2. Mettere i topinambur in una ciotola con acqua fredda e il succo del limone per evitare che anneriscano.
3. Cuocere l'orzo seguendo le istruzioni sulla confezione.
4. Scaldare una pentola, aggiungere la patata e i topinambur scolati e far cuocere per qualche minuto, aggiungere il brodo/l'acqua fino a ricoprire il contenuto più 1 cm. Aggiungere il sale o il dado.
5. Portare a cottura per circa 30 minuti o fino a quando toccandoli con una forchetta non saranno morbidi.
5. Con un frullatore ad immersione o con un mixer ridurre in purea. Eventualmente se troppo compatto, aggiungere brodo caldo.
6. Scolare l'orzo.
7. Comporre il piatto aggiungendo alla crema calda, l'orzo, il timo fresco, l'olio a crudo e un po di pepe.
Comfort soup: crema di topinambur e patate - QuantoBastaBlog by BarbaraG

TIPS:
- Per renderla più saporita potete tritare una scalogno, farlo soffriggere con un po' di olio e a questo punto aggiungere le patate e topinambur. Far insaporire e aggiungere la parte liquida.
- Si conserva in frigo per 3/4 giorni

 
Buona settimana! 
Barbara

domenica 2 ottobre 2016

Guinness Cake - Torta alla Guinness

Molti di voi la conosceranno, qualcuno di voi avrà già provato a farla e alcuni l'avranno anche assaggiata: ecco a voi direttamente dall'Irlanda la Guinness Cake, una torta a base di birra scura e cacao.

L'idea di farla mi balenava in testa già da qualche mese, per non dire qualche anno, quando la vidi per la prima volta da Sigrid. A quei tempi Quanto Basta. non esisteva ancora, nemmeno nella mia testa.

Ho sempre avuto una forma di riverenza per questa torta, la sua mole e la sua "tantezza" mi hanno sempre tenuto a distanza suscitando al contempo tanta tanta curiosità.  

Ed ora è giunto il momento di superare i miei pensieri e soddisfare il palato, realizzando i sapori, le consistenze e i profumi fino ad ora solo immaginati.

www.qb-quantobasta.blogspot.it - Guinness Cake - Torta alla Guinness

Ecco.. ora posso dire a gran voce che è una torta meravigliosa, scura, compatta e umida al suo interno con retrogusto quasi di caffè. Il topping poi.. indispensabile e avvolgente, bilancia i sapori "tostati" della base.  Certamente non è una torta da fare in continuazione e da mangiare tutti i giorni, ma per le occasioni si! Da mangiare assolutamente in compagnia!

La ricetta della base è esattamente quella di Sigrid Verbert, che trovate anche sul suo sito. Il topping invece è rivisto. Non mangio philadelphia, così ho pensato di realizzarla con mascarpone e panna montata.

www.qb-quantobasta.blogspot.it - Guinness Cake - Torta alla Guinness

Per una tortiera da 25 cm
Tempo di preparazione: 30 minuti
Tempo di cottura: circa 1 ora


INGREDIENTI

Per la torta
400 ml birra Guinness
350 g zucchero di canna
225 g farina 00
225 g burro morbido
100 g cacao amaro in povere
2 cucchiaini di bicarbonato
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
4 uova

Per il Frosting
250 g mascarpone
200 g panna fresca da montare
150 g zucchero a velo
2 cucchiai di whisky

PREPARAZIONE

1. Con l'aiuto di una frusta montare il burro morbido con lo zucchero.
2. Continuare a mescolare aggiungendo le uova una per volta.
3. Mescolare a parte la birra con il cacao.
4. In un altro recipiente setacciare la farina con il cacao, il lievito e il bicarbonato.
5.Sempre sbattendoli, aggiungere all'impasto a base di burro, alternandoli, la miscela con la farina e quella con la birra. Mescolare fino ad ottenere un impasto omogeneo.
6. Versare il composto in uno stampo con fondo amovibile di 24 cm, avendo cura di imburrarlo prima e poi ricoprirlo con carta forno (base tonda + strisce per i bordi) e infornare in forno già caldo a 180° per circa un'ora.
7.Sfornare e lasciar raffreddare.
8. Preparare il frosting montando con le fruste elettriche il mascarpone con lo zucchero  e il whisky. Infine aggiungere la panna precedentemente montata.
9. Amalgamare delicatamente con una spatola, in modo che il composto non si smonti.
10. Spalmare la crema sulla superficie della torta ormai fredda e conservarla al fresco per almeno un'ora prima di servire.


www.qb-quantobasta.blogspot.it - Guinness Cake - Torta alla Guinness

Buona domenica! 
Barbara